mercoledì 10 settembre 2014

Riassunto monacense

Yesss sono tornata a Roma, e sono più leggera di un esame (anzi, per essere onesti, erano 3 in 1) e adesso devo fare i conti con un po' di burocrazia. Perché stare ferma non mi piace e non ho fatto in tempo a tornare che sono già in partenza. Ma intanto un breve riassunto fotografico dei momenti salienti della mia estate monacense:

disclaimer: se vi aspettate belle foto, siete nel posto sbagliato.
Del resto, potete trovare belle foto di Monaco ovunque, nel web.


Ecco: questa è come apparivano i dintorni di Odeonsplatz la sera della vittoria del Mondiale: gente, birra, qualche fumogeno e Deutschland uber alles. Molta Deutschland uber alles. Sappiate che è stato l'unica sera in cui non ha funzionato la metro, ma che al mattino erano tutti al lavoro in orario. 
Tedeschi che ballano, cantano e sorridono
perché sono Weltermeister! 

Parte della biblioteca in cui nei numerosi pomeriggi di sole mi recavo a studiare, anche conosciuta come Englischer Garten. Qui si prende il sole, si legge, si fa amicizia e si comprano gelati dal sosia di Ryan Gosling, che tra l'altro abitava vicino a casa mia e prendeva la metro con me tutte le mattine. Son fortune.

A parte questo, all'Englischer Garten puoi fare qualsiasi cosa non violi leggi tedesche: dallo studiare giapponese in una pagoda in mezzo a un lago, al surf su onde artificiali, al prendere il sole in mezzo ai nudisti, al portare a spasso i pony. Sì, i pony.
La spesa tipica dello studente italiano. Certe cose sono uguali in tutto il mondo. A meno che uno non pensi di poter sopravvivere a birra, kartoffeln e zwiebelnrostbraten. Strutto, strutto ovunque.



Perché una persona dovrebbe frequentare il bagno di una stazione metro? 
Se hai le mestruazioni hai le mestruazioni, se non hai le mestruazioni puoi incontrare un tedesco infoiato e darti alla pazza gioia in maniera consapevole e responsabile (oh, siamo pur sempre in Germania), oppure se non hai incontrato nessuno di tuo gradimento puoi spassartela con del sano autoerotismo mentre aspetti che la tua amica finisca con il tedesco di cui sopra.
Con assorbenti, preservativi (normali o alla frutta) e minivibratori i bagni della stazione di Marienplatz sono pronti a venire incontro a qualsiasi necessità. Il tutto alla modica cifra di 4 euro. 
Anche se la cosa che mi ha stupito di più è il fatto che siano anche puliti!

Tipico cibo da fiera tedesco: schupfnudeln, ovvero qualcosa di molto lontano a degli gnocchetti di patate cotti -questi- nei crauti e nello strutto, tanto per cambiare. 

Le fiere dei paesini bavaresi sono luoghi magici, e sembra di stare in una fiaba dei fratelli Grimm
Oltre agli schupfnudeln, molto tipici anche i kasespatzle, sempre gnocchetti di patate con formaggio e cipolla. Ma la cosa che mi rimarrà nel cuore sono le cugine delle briosche calde con cannella. Che fame.

Ovviamente, non potevo non fare una visita al BMW Welt  
Non solo ci sanno fare con i motori, ma anche con le costruzioni
e all'Olympia Zentrum lì a fianco, dove sono andata anche al Tollwood, che sembra essere un importante festival musicale, ma dove io ricordo di aver mangiato africano in un baracchino etiope sotto una pioggia che ve la raccomando, ma chisseneimporta, e quant'era buona quella roba.

Ma soprattutto, non potevo perdermi il giro delle tre Pinakotheken, e di queste metto anche la classifica in ordine di gradimento: 
- Alte (impareggiabile)
- der Modern (e a priori non l'avrei mai detto)

esempio di arte esposta alla der Modern,
nonché metodo di approccio di un po' qualsiasi bavarese più o meno pieno di birra.
- Neu (che pensavo mi sarebbe piaciuta di più, e invece)

Per concludere, la foto più rappresentativa di tutte, nel Biergarten dell'Englischer Garten, all'ombra della Chinesischer Turm:


non tanto per le birre, ma per la famiglia tedesca sullo sfondo, unica grande vera protagonista. 

5 commenti:

  1. Ricordami che se dovessi andare a Monaco devo venire qua da te a segnarmi un pò di roba *______* gli assorbenti nei bagni pubblici comunque sono utili O_O e questa meraviglia dell'Englischer Garten?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che sono utili, e non metto in dubbio nemmeno l'utilità di preservativi e minivibratori ;) ;) L'Englischer Garten è il polmone verde in centro città che non ti aspetti: una meraviglia!

      Vale A

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. ci sono stato a pasqua e ci ritornerò all' October fest. Userò la tua guida.

    RispondiElimina